Due torri per due ruote: Dynamo, la nuova velostazione felsinea


Nasce a Bologna Dynamo, un hub di servizi a 360° per chi vuole vivere la città delle due Torri a due Ruote. Non solo un parcheggio custodito e noleggio bicilette, ma uno spazio dedicato ad eventi, attività culturali e servizi tra cui bike delivery (Servizi di consegna con mezzo a due ruote), ristorazione ed officina self service.

ND7_7869_1.jpgUno spazio che mostra l’intraprendenza e la vivacità dell’associazionismo bolognese fortemente sostenuto dal Comune con il concorso Incredibol che annualmente concede spazi e servizi a giovani imprese e associazioni dai progetti culturali particolarmente brillanti. La velostazione è stata attivata dal Comune di Bologna e dalla Regione Emilia-Romagna, con il sostegno dei fondi europei previsti nella nuova programmazione 2014-2020 per un investimento complessivo di 1,5 milioni di euro in quattro anni, a partire dall’impegno dell’associazione Salvaiciclisti, vincitrice del bando Incredibol 2014, che ha contribuito con circa 70 000 euro per le prime opere di adeguamento per la nuova destinazione d’uso. Per quanto riguarda la manutenzione ed adeguamento strutturale dei locali del Pincio, le informazioni sono ad oggi scarse e nebulose: il bando di gara emesso dal Comune non risulta aver previsto il coinvolgimento attivo dell’associazione Salvaiciclisti, la quale è stata solo informata dello svolgimento. Si è trattata di una gara su inviti diretta a venti professionisti under 40, ma a riguardo non esiste alcuna pubblicazione ufficiale.

 

 

ND7_7899p.jpg

Dynamo nasce dal nuovo boom del mezzo ciclabile, combinando spunti locali e globali, analizzando esempi in paesi nordici come la velostazione di Zumpthen in Olanda o il Radhaus realizzato da Designa a Bamberga in Baviera. Con qualche ritardo sul panorama Europeo, Dynamo è un progetto del tutto innovativo sul territorio nazionale e all’esperienza europea aggiunge uno sfondo storico-architettonico unico, dato dal luogo in cui sorge la velostazione. Il progetto infatti si insinua sotto le volte storiche del Pincio, un complesso monumentale di portico, scalinata e fontane progettato da Tito Azzolini e Attilio Muggia nel 1896 per garantire l’accesso al giardino della Montagnola (l’antica collina dei rifiuti urbani) dall’estremità nord del nuovo cardo monumentale di via Indipendenza. La velostazione si avvantaggia così di una posizione strategica tra la stazione ferroviaria e l’autostazione, completando il quadrante dell’intermobilità bolognese e costituendone il terzo importante vertice in affaccio sulla recente tangenziale delle biciclette, l’anello ciclabile che, al centro dei viali di circonvallazione, connette velocemente i percorsi radiali.

ND7_7904p.jpgA Bologna la bicicletta non è più solo un mezzo di trasporto per il tempo libero ma è un vero e proprio settore di una nuova economia, sostenuto per tutto il 2015 da una politica di incentivi comunali a garantire 300 euro in corrispondenza dell’acquisto di una bicicletta elettrica a pedalata assistita e di 600 euro quando a questa intenzione si associasse anche la rottamazione di un ciclomotore o motociclo in fascia Euro 0 o Euro 1. Da queste premesse, e dal generale favore che sta ottenendo anche sul grande pubblico la green economy, vola il programma della velostazione bolognese che ha già messo a calendario una numerosa serie di eventi: dai bike tour della città, a festival internazionali a due ruote con dj set, visual artists ed eventi fotografici. “L’ex autorimessa si trasforma oggi da parcheggio di macchine a luogo di comunità, sottolinea l’assessore Andrea Colombo, “facendo parte di un programma più ampio di rigenerazione di patrimoni pubblici e di aree sottoutilizzate, strutturato attraverso Piani Operativi Comunali in via di definizione.”

 

di Giulia Nobili e Fabio Di Toro (con la collaborazione di Luigi Bartolomei)

fotografie di Francesco Camassa

Ringraziamo l’assessore Andrea Colombo per l’intervista concessaci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...