Shanghai, dove la tradizione si scontra con la modernità


Luci, folla, grattacieli che svettano nel cielo ingrigito dallo smog, nembo grigio che abbraccia l’intera città durante tutte le stagioni. Siamo nel distretto di Pudong, sulla sponda est del fiume Huangpu. Ma è sufficiente svoltare l’angolo per ritrovarsi nei Lilong, interi quartieri dove le Shikumen, abitazioni tradizionali a uno o due piani, sono spesso abitate anche da quattro o cinque famiglie insieme, che condividono l’unico bagno con tutti gli altri abitanti della via. Sullo sfondo i grattacieli, sfitti, sovrastano l’area avvolti da una nuvola di smog, simboleggiando una ricchezza che non esiste.
Sull’altra sponda del fiume, una tradizione ricostruita artificialmente, i giardini di YuYuan Garden e il quartiere storico annesso, ormai adibito ad area commerciale turistica, una volta circondato da delle mura che oggi non esistono più. Fuori città, la provincia rincorre una tradizione che sempre più sta diventando una facciata per i turisti, ma che preserva ancora il fascino della Cina.

di Maria Chiara Pugliese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...