Diatom_Helmet: quando la natura ispira il Design


Diatom Helmet è un alto esempio di architettura organica applicata ad oggetti di uso quotidiano: in questo caso un casco. L’idea è quella di usare processi parametici per ottimizzare la forma e sfruttare al massimo il materiale, in modo da creare un oggetto altamente performante e dal design gradevole.

Il progetto nasce da una collaborazione tra Paula Studio (Roma) e MakeInBo (designers Simone Bartolucci e Antonio Gagliardi).

Diatom_Helmet

Diatom_Helmet

L’occasione dello sviluppo progettuale è stata la Call organizzata da tre unità di ricerca di biologia (Dipartimento DISTABIF- Dipartimento Di Scienze e Tecnologie Ambientali Biologiche e Farmaceutiche ), fisica (IMM CNR ) e design biomimetico (Dipartimento DICDEA- Dipartimento di Ingegneria Civile, Design, Edilizia e Ambiente ).

Ciò ha portato ad esporre  il progetto alla mostra nella Città della Scienza di Napoli. Il casco si ispira alle Diatomee, che si possono definire come i principali contributori alla flora di fitoplancton nei laghi e nel mare, fondamentali negli ecosistemi acquatici.

Queste presentano pareti cellulari di silicio sottoforma di “gusci” (frustolo) che permettono di  definire una struttura altamente resistente  così da proteggere l’organismo  nel corso della sua evoluzione portando le diatomee ad assumere una strutturazione di elevata resistenza meccanica e  dal peso globale irrisorio.

Tale concezione generativa è stata applicata alla tessitura del casco che permette un uso più economico di silice. Le perforazioni a mo’ di frustulo conferiscono una notevole resistenza alla compressione, difficile da ottenere con un materiale fragile come il vetro. Ciò è stato possibile tramite una stratificazione del materiale che segue un andamento gerarchico di superfici valvari capaci di fornire un’elevata resistenza a compressione aumentando la rigidezza complessiva della tessitura. L’individuazione del corretto pattern da utilizzare è stata possbile grazie all’accorto studio parametrico dove l’ausilio di software ad hoc ha  permesso di trovare l’algoritmo necessario per la definizione di un casco altamente resitente agli urti.

Il progetto è stato selezionato insieme ad altri 14 progetti della Maker Faire Rome 2014 per il premio Focus – Il progetto più innovativo.

di  Vittorio Cimino e Antonio Gagliardi

Diatom_Helmet, struttura Diatomee

Diatom_Helmet, struttura Diatomee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...