YAC: Temporlaità e customizzazione


Che si tratti di containers, piattaforme galleggianti o arene inondabili, il podio di Smart Harbor, annovera soluzioni di grande raffinatezza e contemporaneità. L’uomo moderno, più che in ogni altro tempo, è attore d’azioni di sempre maggiore evanescenza e volatilità: le relazioni che intrattiene, i beni che consuma, gli strumenti che utilizza, vanno via via sacrificando la propria matericità a favore si una sempre più affermata virtualità. Young architects competitions (YAC), da attenta osservatrice della propria contemporaneità, richiedeva ai progettisti di sintonizzarsi su queste frequenze – fatte di temporalità, leggerezza e personalizzazione della fruizione – invitando gli appassionati di architettura a riprogettare i vecchi arsenali navali come moderni centri di ricreazione e benessere.

Cerimonia di premiazione

Cerimonia di premiazione

Ne sono seguite centinaia di proposte progettuali da migliaia di progettisti, che da oltre 60 nazione diverse -dal sud America al Giappone- hanno percorso con straordinaria eleganza e sensibilità i sentieri suggeriti da YAC. Vincono infine Diego Superiori (primo classificato), Valeriano Boragina, Andrea Grillo, Eleonora Sisinna, Annamaria Vallone (secondi classificati) Nikola Malinov e Denitsa Parleva (terzi classificati); più di altri questi progettisti hanno saputo fare propri gli assiomi del vivere contemporaneo, sviluppando le proprie architetture come vere e proprie applicazioni: strumenti intelligenti in grado di supportare e seguire il flusso delle azioni umane, piuttosto che limitarsi a descrivere o strutturarle.

Oltre ai vincitori si rende onore ai 7 menzionati, ai 3 premi The Plan e, in generale, a tutti i progettisti che hanno partecipato a Smart Harbor: senza appesantirsi di retorica, ognuno di essi ha strutturato proposte interessanti in grado di fornire un grande contributo alla cultura architettonica contemporanea. YAC si rivolge ai giovani under 35, a buon titolo esponenti di attualità e proiezione del panorama professionale futuro, che, senz’ombra di dubbio, la presente esperienza ha rivelato ricco, in speranza e prospettive.
Ing. Alessandro Cecchini
YAC co-founder

 

Progetto in gara

Progetto in gara

Progetto in gara

Progetto in gara

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...