YAC-Young Architects Competitions


Deep and controversial economical transformations have been hitting Europe. On one side they show a highly destructive potential; on the other side they are the key to undiscovered scenarios once unimaginable. Beneath the remains of ancient systems often lays the opportunity to write new cultures. Shipbuilding industry has been hardly struck by crisis: while great arsenals are in distress, medium and small ones ceased to work time ago. Therefore plenty harbor areas are now in search of a new vocation since they have a strategic role for the urban, economic and landscape value of the city.

Nella sua prima edizione YAC offre ai progettisti un tema di ricerca concreto e dai tratti assolutamente contemporanei. Se le profonde e controverse trasformazioni economiche che stanno investendo l’Europa hanno da un lato manifestato un grande potenziale distruttivo, dall’altro hanno aperto una varietà di scenari inesplorati un tempo inimmaginabili, fornendo, spesso sulle macerie dei precedenti sistemi, opportunità utili per la scrittura di una nuova cultura.
Il settore della cantieristica navale, ad esempio, è stato duramente colpito dalla crisi: mentre i grandi arsenali sono in grave sofferenza, quelli medi o di piccole dimensioni hanno da tempo esaurito le proprie funzioni, liberando vaste aree portuali, ed aprendo alla riflessione architettonica siti dalla rilevanza strategica, economica e paesaggistica di incommensurabile valore.
Quale futuro immaginare per queste aree? Su questa domanda YAC imposta la sfida che rivolge ai progettisti. Invitandoli a riprogettare i vecchi arsenali come luoghi ludico-ricreativi e di pubblica relazione: piazze marittime, water play ground, giardini artificiali o quartieri dell’effimero in grado di avvalersi del suggestivo rapporto col mare e coi vettori di trasporto marittimo, per offrire, a turisti e cittadini, moderni centri per il benessere e l’intrattenimento.
Quale che sia il significato che i concorrenti attribuiranno alla finalità “ludico-ricreativa e di pubblica relazione” -concetto che spazia dal multisala allo skatepark- YAC invita a porre l’accento sull’idea di temporalità e personalizzazione.
La ricerca che YAC auspica di premiare dovrà necessariamente tenere presenti questi assiomi del vivere contemporaneo: in una parola, dovrà essere smart. Le moderne tecnologie permettono all’utente velocità di informazione e discrezionalità senza precedenti; siamo certi che l’architettura debba andare nella medesima direzione, fornendo ai fruitori la possibilità di essere vissuta in maniera sempre diversa e secondo le modalità che questi decideranno di intrattenere.
Immaginare spazi componibili, dinamici, o semplici aree attrezzabili a seconda delle richieste dell’utente, rappresentano possibili punti di partenza per un gran numero di riflessioni.

di Alessandro Cecchini

 Link

www.youngarchitectscompetitions.com
www.facebook.com/youngarchitectscompetitions

YAC_ita_brief

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...